Scarpe: molto più che un accessorio!

Coco Chanel ha sempre sostenuto l’importanza degli accessori. Diceva che è “l’accessorio a fare o non fare una donna.

D’altra parte l'accessorio arriva dritto al cuore delle donne. La cosa fondamentale è riuscire ad identificare i modelli ideali, in base al proprio stile e alla propria "fisicità".


In questo articolo parliamo e diamo qualche suggerimento riguardo modelli di scarpe eleganti.

I decolleté classico:

 


Scarpe che lasciano scoperto il collo del piede, come suggerisce il nome.
Una forma sensuale, che offre il vantaggio di slanciare la gamba, motivo che denota il successo di questa calzatura, in grado di fondere eleganza e versatilità. Il termine décolleté si riferisce a diversi modelli, caratterizzati da scollo, tacco e punta differenti.


Per quanto riguarda il tacco, caratteristica distintiva, oltre ai classici tacco a spillo e a stiletto (simile al tacco a spillo, ma con base di appoggio più ampia), le décolleté possono avere un tacco italiano o a rocchetto. Talvolta la suola è supportata da plateau, propria delle décolleté platform. Ovviamente l'altezza del tacco è una variabile fondamentale!


Se il tacco raggiunge un massimo di 8cm di altezza parliamo di un vero toccasana per chi non ama l'equilibrio precario, rassicuranti, giudiziosi e offrono un’altitudine e un’attitudine dal fascino discreto e rasserenante. Si dice infatti che il mezzo tacco, che s’innalza fino a otto centimetri, sia stato portato al successo, di solito dal profilo a punta, da un’Audrey Hepburn più chic che mai. Vanno benissimo per l’uscita con le amiche o un appuntamento romantico: il mezzo tacco aggiunge un tocco di femminilità al look senza renderlo troppo “elevato” e impegnativo, come farebbe uno da 10cm.


Quando il tacco arriva all'altezza di 12cm, il successo è garantito. Generazioni di donne possono testimoniare che questa misura sia quella ineguagliabile non per una calzatura, ma per la calzatura per eccellenza, la sua “idea” perfetta che insegue un ideale di platonica bellezza. È così che “tacco 12” diventa una garanzia, una targa che si trasforma in metonimia di seduzione, e in emblema di autostima.

 

Decolleté slingback- Chanel:

 


La punta, infine, può essere tonda, appuntita e quadrata, chiusa o aperta. Décolleté sono, infatti, anche le Chanel o slingback, aperte sul tallone (ed eventualmente anche in punta), con cinturino posteriore di solito con fibbia regolabile, e le D’Orsay, che invece lasciano aperto il fianco del piede.

Grazie allo scollo e al tacco più o meno alto, le décolleté sono ideali da portare con la gonna, perché slanciano le gambe e valorizzano la figura, ma anche con pantaloni dalla silhouette fluida e asciutta.

Sandalo tacco alto: 


Se al classico decolleté si preferiscono dei sandali dal tacco alto, il consiglio per indossarli alla perfezione è con i pantaloni diritti, soprattutto se hanno il tacco sottile. Se invece il tacco è più largo o quadrato, la scelta giusta è abbinare un pantalone largo a vita alta. Per la sera se si opta per un look elegante e glamour, sono ideali da indossare con un abito diritto e sfiancato. Mentre per un look più fresco e giovanile è perfetta la scelta del minidress. Ormai non è un segreto: anche i sandali, sono diventati un vero must!

 

Vuoi affrontare la primavera con l'accessorio giusto per il tuo outfit? Scopri la collezione di accessori 2016 firmati Bianca Brandi.

#Happycurvytoyou!

 

 

 

 

 

 

Commenti